Qualche dubbio? Leggi le nostre F.A.Q.

Posted by on dic 17, 2013 in Informazioni | No Comments

Scuola Italana per il turismo – Firenze

AMMISSIONE

1. In che cosa consiste il test d’ingresso?
R: In un test di circa 50 domande a risposta chiusa inerenti le seguenti tematiche: Cultura Generale e Logica, competenze digitali (più approfondite per il corso di Digital Web Marketing) e lingua inglese .
Per ogni domanda, il candidato deve indicare la risposta corretta da scegliere tra le tre opzioni proposte.
Completa la prova scritta una breve traduzione dall’italiano all’inglese.
Il colloquio è prevalentemente di natura motivazionale; nel caso dei corsi “front office manager” e “the butler”, questo sarà condotto, in parte, in inglese.

2. Se non posso esserci all’Open Day, posso seguire qualche lezione prima di decidere?
R. NO. Quello che possiamo fare, qualora le date dell’Open Day non concilino con i suoi impegni, è di organizzare appuntamenti dedicati, previo contatto personale.

3. Il modulo on – line di preiscrizione si riferisce al test d’ingresso oppure all’iscrizione ai corsi vera e propria?
R: La preiscrizione serve esclusivamente per prenotarsi ai test di ingresso che risultano obbligatori al fine di verificare l’idoneità alla partecipazione al corso ed alla relativa professione. Solo, successivamente, in caso di esito positivo, il candidato potrà decidere, liberamente, di iscriversi.

4. Lo stesso modulo è vincolante per una iscrizione futura?
R: Assolutamente no. Anche la partecipazione all’Open Day e l’eventuale superamento del test d’ingresso non vincolano ad alcuna iscrizione. Il nostro obiettivo è di inserire nei nostri percorsi persone completamente convinte della qualità della Scuola e delle reali opportunità lavorative offerte.

DIDATTICA

1. La mole di lavoro a casa è consistente?
R. L’impegno fuori dalle attività didattiche è molto importante e contribuisce alla definitiva acquisizione dei concetti e delle attività svolte in aula.

2. I laboratori si possono usare sempre o ci sono vincoli di orario?
R: Un’area attrezzata con PC sarà a disposizione degli iscritti, anche al di fuori delle ore di lezione. Consigliamo comunque agli studenti di disporre di un proprio computer portatile.

3. Come funziona in maniera esatta la didattica? Ci sono degli esami da sostenere?
R: Tutti i corsi proposti hanno un taglio pratico – operativo: le continue esercitazioni/simulazioni (durante la fase in aula) e lo stage in azienda costituiranno il perno dell’intera attività formativa, orientata alla sperimentazione sul campo degli strumenti di analisi, delle tecniche e del lavoro professionale: ciò favorirà una rapida spendibilità nel mercato del lavoro, delle competenze acquisite.
Le classiche lezioni frontali avranno una durata complessiva non superiore al 30% rispetto a quella dell’intero percorso e saranno tenute da relatori di alto spessore, provenienti sia dal mondo del lavoro che universitario.
Per quanto concerne la valutazione degli apprendimenti, sono previste verifiche in itinere finalizzate a monitorare il livello di apprendimento di ogni allievo.
Tali prove non pregiudicano l’ammissione all’esame finale, ma costituiscono esse stesse un importante momento formativo finalizzato anche ad individuare eventuali necessità di approfondimento su determinate tematiche affrontate nel corso.
L’unico esame previsto è quello finale.

4. La valutazione degli esami è espressa in trentesimi come all’università?
R: Sia le prove di verifica in itinere che l’esame finale saranno valutate in centesimi.
L’esito delle verifiche in itinere contribuirà per un 20% alla valutazione finale dell’esame, qualora una verifica non raggiunga la sufficienza può essere recuperata.
Per l’esame finale, finalizzato al conseguimento di idoneità alla professione, è invece prevista una soglia di ammissibilità pari a 70/100.

5. Se non si supera un esame, o una prova, in che tempistiche può essere ripetuta?
R: Per quanto concerne le verifiche in itinere, queste in quanto concorrono alla valutazione finale potranno essere recuperate entro la fine del corso.
L’esame finale, in caso di non superamento, potrà essere nuovamente sostenuto, senza costi aggiuntivi, dopo almeno 60 giorni in una data che sarà direttamente concordata con l’allievo.

LAVORO/STAGE

1. Posso scegliere io il luogo dove fare lo stage oppure sceglie la Scuola sulla base dei miei risultati e attitudini?
R: Assolutamente SI. I nostri responsabili possono presentare le singole opportunità di Stage ed il relativo valore aggiunto; possono anche suggerire le proposte maggiormente confacenti al profilo del candidato, ma la scelta ultima spetta solo all’allievo.

3. Gli studenti entrano in contatto con le aziende solo alla fine del corso oppure anche prima?
R: Premesso che il contatto con le aziende è di esclusiva competenza della Scuola, gli allievi avranno la possibilità di conoscere le diverse realtà aziendali, oltre che nel periodo di stage, anche durante incontri di orientamento/presentazione o docenze/seminari tenuti da alcuni manager aziendali.

4. Come viene riconosciuto il titolo alla fine del percorso di studi?
R: Al termine di ogni corso, previo superamento esame finale, sarà rilasciato l’Attestato della Scuola Italiana per il Turismo riconosciuto in ambito aziendale quale programma unico e competitivo nel panorama formativo legato alle reali esigenze delle strutture italiane ed internazionali. Nel caso del corso “The butler” sarà validato da Associazione Italiana Maggiordomi.
Altri attestati:

- Certificazione aziendale – Sarà rilasciata dalle aziende ospitanti al termine del periodo di stage. Costituisce un’attestazione di “referenza” spendibile nel mondo del lavoro.

- Attestato di formazione per l’utilizzo di software specifici utilizzati per il corso “Front Office Manager” (Property Management System)

5. Alla fine troverò lavoro?
R: Questo è il vero scopo della Scuola. L’impegno che ci prendiamo è quello di introdurre i nostri allievi nel mondo del lavoro attraverso una formazione adeguata alla richiesta di aziende che rientrano in una rete di relazioni consolidate e dunque particolarmente sensibili all’introduzione di profili provenienti da Scuola Italiana Turismo. Per conseguire tale obiettivo strategico il nostro Ufficio Placement, costantemente in contatto con le Aziende, fin dall’inizio Corso affianca ogni allievo. L’ufficio placement dopo avere pianificato ed impostato il percorso di carriera da intraprendere, ed aver adottato i migliori strumenti di presentazione (Cv cartaceo e video, simulazioni colloquio, coerenza di immagine su social network ecc) lavora per favorire colloqui e opportunità lavorative anche attraverso trasformazioni di contratti di stage.

6. Qual è la percentuale di placement?
Scuola Italiana Turismo è una divisione dell’Agenzia formativa Multimedia Group (www.multimediagroupsrl.net) che ad oggi ha realizzato oltre 10 corsi afferenti alle professioni proposte dalla scuola, tutti con un alto successo formativo ed occupazionale: oltre l’80% dei partecipanti ha trovato occupazione coerente entro 6 mesi dalla conclusione delle attività.
È proprio tale successo e le continue richieste di personale qualificato da parte delle aziende che ci ha convinto sulla bontà dei corsi realizzati e, conseguentemente, a creare una specifica sezione interamente dedicata a corsi di alta formazione in ambito turistico. Ciò consente di soddisfare maggiormente e prontamente le numerose richieste del mondo del lavoro.

7. Ho la possibilità di trovarmi un’occupazione part time mentre studio alla SIT?
R: Tieni presente che i corsi impegneranno quotidianamente dalle 5 alle 8 ore in aula oltre ad un minimo di studio a casa. Dunque dovresti trovare una occupazione part time in loco e in orario conciliabile.

COSTI

1. Esistono agevolazioni di pagamento (eccetto i voucher)?
R: Se sussistono i requisiti è possibile accedere ad un finanziamento a tasso 0 da rimborsare in un lasso di tempo abbastanza lungo, tale da consentire anche di trovare una occupazione e dunque potersi autofinanziare. Il costo retta è comunque rateizzabile e spalmabile durante l’intero periodo di formazione (da contrattualizzare con la Scuola).

2. E borse di studio?
R: No. Al momento non sono previste borse di studio.

3. La retta è determinata dalla fascia di reddito o è uguale per tutti?
R: La retta non prevede distinzione per fasce di reddito.

4. Libri e materiale si devono pagare in più?
R: No, saranno fornite gratuitamente dispense didattiche indispensabile per l’acquisizione degli obiettivi di apprendimento unitamente ad un kit scuola.